Un’Italia senza 9: futuri bomber italiani⭐🇮🇹

Un’Italia senza 9: futuri bomber italiani⭐🇮🇹

Negli ultimi decenni all’Italia è sempre mancato un vero bomber, una punta internazionale che facesse paura ai difensori avversari. Cerchiamo tra i giovani.

Cerchiamo attaccanti che possono diventare come Mbappe per la Francia, Kane per l’Inghilterra o Werner per la Germania, giocatori che siano il bomber indiscusso della squadra e che segnino ogni due per tre. In passato non ci è andata molto meglio, anche nel Mondiale 2006, in attacco erano presenti profili come Toni, Inzaghi e Gilardino, sicuramente buoni attaccanti ma non di spessore europeo. Forse l’ultimo vero bomber è stato Paolo Rossi. C’è da specificare però che per attaccanti intendiamo punte e non mezze punte o trequartisti come possono essere Totti, Del Piero o Baggio. Siamo qui allora, data questa scarsità, a cercare tra i giovani il futuro attaccante della Nazionale.

Il primo indiziato:

1. Moise Kean 🕺

Il primo e forse quello che tutti si aspettavano è Moise Kean, attaccante dell’Everton in prestito al Paris Saint-Germain. Nonostante i soli 20 anni ha già segnato 17 gol in stagione e soprattutto è già nel giro della Nazionale maggiore, con la quale probabilmente giocherà i prossimi Europei. Il ragazzo è un giovane veramente interessante, che personalmente mi è sempre piaciuto molto, con una grande velocità e senso del gol. Può essere veramente lui il prossimo grande attaccante azzurro? Si, può esserlo, però la strada è molto lunga e se giocherà come nella scorsa avventura all’Everton non avrà molte chance, ma a Parigi sembra rinato e speriamo continui così.

Tra i nostri azzurrini:

2. Patrik Cutrone 🤔

Il giovane attaccante del Valencia dopo l’addio al Milan sembra essersi trasformato, non ha più quella cattiveria e fame di gol che lo contraddistinguevano e che ci facevano sperare tanto bene. Le ultime due stagione hanno oggettivamente deluso, poche presenze e pochi gol che sicuramente non aiutano alla fiducia, speriamo in questo Europeo U21 che possa ridargli motivazione e continuità.

3. Gianluca Scamacca 👺

Scamacca sembra il profilo ideale, giovane, cattivo, leader e soprattutto bomber. Il giovane attaccante di proprietà del Sassuolo è tra le sorprese di questo campionato, e con i suoi 8 gol stagionali sta dando una grande mano alla causa del Genoa. La sua cattiveria agonistica e la prestanza fisica gli permettono di essere un vero ‘dominatore’ dell’area da rigore, quello che serve a noi. Quindi può essere lui il nuovo bomber dell’Italia? Se dà continuità a quello visto questa stagione assolutamente si, ma bisognerebbe anche vederlo in un contesto diverso da quello di Genova, e l’Europeo U21 è una buona prova di carattere, vedremo come andrà.

4. Lorenzo Colombo 🧨

Al posto di Giacomo Raspadori propongo Lorenzo Colombo. L’attaccante della Cremonese in prestito dal Milan mi sembra in prospettiva uno dei profili più interessanti. Anche lui come Scamacca possiede un fisico non indifferente, ma abbinato ad una classe e un piede sinistro che farebbero invidia a molti giovani attaccanti nel mondo. E’ vero anche, però, che per ora è molto acerbo, tanto che ha confezionato pochi minuti questa stagione, ma è pur vero che parliamo di un classe 2002.

5. Sebastiano Esposito 🚀

Classe 2002 è anche Sebastiano Esposito. L’attaccante dell’Inter ora in prestito al Venezia di Zanetti, nonostante l’età, conosce già bene il calcio dei grandi. Esposito ha già esordito sia in Serie A che in Champions League con i nerazzurri, segnando anche un gol contro il Genoa diventando il secondo più giovane marcatore nella storia dell’Inter. Il centravanti della squadra veneta è anche stato definito il miglior talento italiano nella classifica dedicata di GOAL. Se il buon giorno si vede dal mattino il futuro dell’attacco nerazzurro e dall’Italia può stare tranquillo, ma forse neanche lui può veramente dare quella spinta in più, staremo a vedere.

5. Eddie Salcedo 🤨

Dopo Esposito troviamo un’altro attaccante dell’Inter, Eddie Salcedo. L’Italo-colombiano è un classe 2001 già alla terza stagione di Serie A, ma che per il suo modo di giocare nello spazio e la tendenza ad allargarsi si trova meglio sull’esterno o come seconda punta.

Il piccoletto:

6. Tommaso Mancini 👀

Come ultimo nome ci tuffiamo in una scommessa, il classe 2004 dell’LR Vicenza Tommaso Mancini. L’attaccante veneto gioca attualmente con la Primavera, pur avendo l’età da allievo, ed ha già segnato 9 gol in 10 gare. Oltre alla Primavera ha già debuttato in prima squadra nel match contro il Brescia e spesso viene convocato come attaccante di scorta. Ricordatevi che parliamo di un ragazzo di 16 anni che mezza Europa vorrebbe tra le sue giovanili. Tra le altre: Juve, Inter, Milan e soprattutto Liverpool, ma il ragazzo ancora non se la sente di fare il grande salto, e nel frattempo se lo gode il Lanerossi. Ma ha davvero le qualità giuste? Si, fisico e classe sono dalla sua parte e pur essendo, ovviamente, ancora acerbo dimostra già grandi doti e senso del gol in Primavera.

,Sebby.